Veleggiando nel Golfo dei Poeti

ESSENZIALE

In questo articolo trattiamo un argomento su cui spesso mi vengono fatte domande:

“Cosa mi porto per una vacanza in barca a vela?”
“Come ci si veste in barca a vela?”

Ho capito quello che va portato e che è inutile portare, dopo la mia prima vacanza estiva in barca a vela.

Il bagaglio per quel viaggio fu troppo. Più della metà degli indumenti e degli oggetti che avevo portato con me non vennero usati. Così dopo quella “prima volta” adotto la tecnica dell’ “uno in meno”.

Ogni volta che preparo una valigia prima di chiuderla levo una cosa.
Crew, in barca vi servirà davvero molto poco e vi assicuro che vivrete benissimo senza troppe cose. Anzi starete meglio. Uno dei tanti motivi per cui amo questo tipo di viaggio è proprio il fatto che serve solo l’essenziale.

La valigia si fa in pochissimo tempo. Come sempre basta un pizzico di organizzazione. E magari anche un bell’elenco già fatto, come quello che trovate alla fine di quest’articolo😉

REGOLE GENERALI

Su quasi tutte le barche lenzuola, federe e coperte sono fornite a bordo. Ricordatevi di chiedere sempre all’armatore, al charter o alla piattaforma con cui prenotate la vostra vacanza in barca a vela se vi mettono a disposizione federe e lenzuola. In caso contrario ci vorrà un sacco a pelo lenzuolo, se in stagione estiva, oppure un sacco a pelo medio, se in stagione più fredda. Io porto comunque sempre con me anche una federa per il cuscino.

Gli asciugamani, vi consiglio di portarne sempre almeno due, e di scegliere quelli in microfriba, che occupano pochissimo spazio, sono leggeri e asciugano in pochissimo tempo. Perché due? Uno da utilizzare all’esterno per stendervi al sole dopo il bagno in mare, e uno da utilizzare per l’igiene personale, dopo la doccia con acqua dolce o in bagno.

In barca è possibile caricare le batterie dei propri dispositivi elettronici in qualsiasi momento con corrente a 12 volt utilizzando i carica batterie che usate in macchina, per intenderci. Per i caricatori tradizionali a 220 volt si devono utilizzare le prese del tavolo da carteggio alimentate dalle batterie, che significa che di solito avrete la 220 volt, quando sarete nei porti.

Se non potete sopravvivere a lungo senza la “tecnologia ricaricata” vi consiglio di portare dei power bank. Se posso permettermi di darvi un consiglio, provate a calarvi pienamente in questo tipo di vacanza “rimanendo connessi”per meno tempo al giorno. Inoltre in alcune tratti di navigazione, e in alcune baie non avrete proprio campo.

Vi state preparando per una vacanza itinerante durante la quale dormirete in una cabina, non in una stanza, e dove non avrete moltissimo spazio per riporre le vostre cose, ma anzi dovrete dividere l’unico piccolo armadietto (che ha un paio di ripiani e qualche appendino) con il vostro compagno/a di cabina. La barca è sinonimo di spazi piccoli, che tradotto nel pratico della valigia significa:poco, semplice, leggero e che si possa stropicciare.

Ecco qui tutti i consigli utili per preparare al meglio la valigia perfetta per una vacanza in barca a vela!

Vacanze in barca a vela - Salsedine e Libertà di Sara Gervasini
Vacanze in barca a vela - Salsedine e Libertà di Sara Gervasini

LA VALIGIA

La borsa deve essere capiente ma morbida, ovvero facilmente stivabile.
Cercate di evitare le valigie rigide e con le rotelle, no ai trolley per intenderci.

I bagagli vanno riposti nei gavoni sotto il letto se possibile, per questo sarebbe opportuno che fossero morbidi, pieghevoli e quindi facilmente stivabili.

Sia che stiate via un weekend, o una settimana è sufficiente un borsone tipo quelli da palestra, con le misure di un bagaglio a mano, di quelli che vanno bene per tutte le compagnie aeree.

Io ad esempio uso un normalissimo zaino comprato alla Decathlon da 40 litri. Per una settimana è perfetto.

Se non avete un bagaglio a mano potete comprare un Cabin Max su Amazon. Si indossa come uno zaino ed è comodissimo da trasportare. Ha tantissimi scomparti e può contenere tutto quello che vi serve per una settimana.

Se invece vi imbarcate per 10/15 giorni o più vi consiglio di utilizzare sempre un borsone morbido ma con dimensioni più grandi. Quindi se volate in aereo per raggiungere il porto di imbarco dovrete aggiungere al vostro viaggio il bagaglio da stiva.

Il consiglio generale per le borse da viaggio da portare in barca è che possibilmente il materiale sia impermeabile, così non si bagnerà nel caso in cui doveste stivarlo in un gavone esterno. (https://www.slam.com/it/donna/accessori/borse-e-zaini)

Ci sono borse, borsoni e borselli specifici di ogni materiale, da utilizzare in barca, soprattutto quelli realizzate con le vele riciclate. Delle vere opere d’arte se pensate che ogni borsa ha un pezzettino di una vela diversa da qualunque altra, e che ogni borsa racconta la storia della barca e della vela a cui è appartenuta.

#smallthingstravelling - Piccoli accessori per il viaggio
#smallthingstravelling - Piccoli accessori per il viaggio

SET ORGANIZER DA VIAGGIO PER VALIGIE

La mia vita in viaggio è cambiata da quanto utilizzo i set da viaggio, gli organizzatori da viaggio, i set organizer o contenitori da viaggio, chiamateli come meglio credete. Cubi, buste e bustine di ogni misura e forma e di mille colori diversi, per suddividere tutto perfettamente e avere sempre tutto facilmente a portata di mano.

Ce ne sono a bizzeffe. Li vendono ovunque da Amazon, a Ikea, a Tiger a Muji, in genere sono di materiale sintetico.

Vi spiego perché dal mio punto di vista sono fondamentali questi set organizer.
Prima di tutto la valigia si disfa in 10 secondi e si rifà in 20 secondi. Gli armadietti delle cabine sono piccoli e lo spazio è poco. Avere tutta la biancheria e i vestiti dentro questi sacchetti o contenitori, permette sia di tenere in ordine occupando meno spazio, sia di proteggere i tessuti dall’umidità che potreste trovare maggiormente nelle cabine e anche dagli odori.

Io ne ho davvero tantissimi e per me sono una delle invenzioni più utili al mondo per tutti i viaggiatori. Tra l’altro io li tengo sempre pronti anche nell’armadio fisso di casa. Se un viaggio mi chiama sono pronta in cinque minuti!!!

Se volete averne di bellissimi e soprattutto realizzati anche in cotone organico o con materiale idrorepellente non posso che mostrarvi le #smallthingstravelling di Martina.

Ho visto nascere questo progetto durante un corso di business plan, dove in un gruppo di lavoro ho conosciuto La Marty e sono felicissima di poterne parlare in questo mio articolo.

Martina Ferri Parsi è una giovane artista italiana, toscana, fiorentina, che ha deciso di dare vita alla sua briosa, colorata ed esplosiva collezione di borse, bustine e accessori da viaggio. Stampa in serigrafia accessori, piccoli, colorati e pratici, fatti a mano ed ispirati alla natura, dove “diverso” è un valore aggiunto. Inutile dire che su questo concetto io sono seguace. Sono adorabili, e ve le mostro in alcune delle foto che trovate in questo articolo.

Un valore aggiunto? I tessuti utilizzati nella produzione. Trovate anche il cotone organico, oltre a tessuti idrorepellenti. Tantissime serigrafie colorate e coordinate. Ma non solo @martina_italiandesign (questo il suo account instagram) è un progetto Made in Pipa, nasce in Brasile e le #smallthingstravelling evocano un forte richiamo alla natura e ai colori del Brasile dove Martina ha vissuto per anni e da cui ha tratto ispirazione.

Trovate le sue collezioni sul suo account instagram @martina_italiandesign che vi lascio qui (https://www.instagram.com/martina_italiandesign/?hl=it).  Andate a sbirciare, troverete tutti i passaggi che riguardano la produzione e la realizzazione fatta a mano, personalizzabile, di questi bellissimi set organizer.

#smallthingstravelling - Set coordinato per il viaggio
#smallthingstravelling - Set coordinato per il viaggio
#smallthingstravelling - Set organizer da viaggio in tessuto idrorepellente
#smallthingstravelling - Set organizer da viaggio in tessuto idrorepellente
#smallthingstravelling - Martina Ferri Parsi
#smallthingstravelling - Martina Ferri Parsi
#smallthingstravelling - Martina Ferri Parsi
#smallthingstravelling - Martina Ferri Parsi

ABBIGLIAMENTO

Pochi, leggeri, da indossare a strati che si stropiccino poco.

L’ideale per affrontare una vacanza in barca a vela è l’abbigliamento sportivo, comodo e confortevole che ci permetta di rimanere a nostro agio in ogni momento della giornata. Partiamo dal concetto che il capo che indosserete di più in barca è il costume da bagno. A seguire parei, magliette e pantaloncini corti.

Vestiti a cipolla diceva mia nonna!!! Ecco in barca il concetto della cipolla è perfetto.

Difficile che di giorno durante l’estate sentiate freddo, ma il vento può creare la necessità di coprirsi un po’, quindi è sempre bene avere anche una felpa o giacca a vento leggera con cappuccio o un k-way.

Per la sera invece, una volta calato il sole, ancorati in mezzo al mare potrebbero essere utili un paio di pantaloni lunghi e una maglia con maniche lunghe oltre alla felpa. Anche in estate la sera può essere fresca e umida

#smallthingstravelling - Serigrafia su cotone organico
#smallthingstravelling - Serigrafia su cotone organico
#smallthingstravelling - Set Organizer in cotone organico
#smallthingstravelling - Set Organizer in cotone organico

CALZATURE

Le scarpe che indosserete per camminare fino alla banchina della barca, ve le dovrete levare prima di salire a bordo.

Di solito le scarpe vengono messe in una cesta a prua della barca oppure in un gavone del pozzetto. Vi assicuro che vi dimenticherete delle scarpe nel giro di 24 ore e soprattutto dopo 7 giorni, non vorrete più indossarle.

In barca si sta scalzi durante l’estate. Si indossano scarpe sportive con una suola bianca durante le fasi di ormeggio, per evitare di farsi male, inciampando in tutti quei carrelli, moschettoni e via discorrendo che trovate ancorati alla coperta della barca e, per chi non si occupa della barca, per evitare che l’armatore vi insulti per eventuali sgommate di vari colori sul gelcot (il materiale bianco con cui sono fatte le barche).

Non serve che andiate a comprare apposite scarpe da barca per una settimana di vacanza. L’importante è utilizzare delle scarpe sportive con suola di gomma chiara, lavate prima di partire.

È sempre buona norma avere un paio di scarpe esclusivamente per la barca e uno per quando si scende a terra.
Quando si scende a terra servono un paio di infradito di gomma. Vi servono per accedere ai bagni delle marine, oltre che ad andare a terra.

Vacanze in barca a vela - Salsedine e Libertà di Sara Gervasini
Vacanze in barca a vela - Salsedine e Libertà di Sara Gervasini

IL BEAUTY CASE

Oltre al “vostro solito” che mettete in valigia, che vi chiedo di ridurre già a priori, in barca è fondamentale avere una crema solare o anche due ad alto spettro solare. Alto.

Con il sole non si scherza e in mezzo al mare il vento e il riflesso dell’acqua fanno la loro parte. Non mettete a rischio la vostra pelle, il sole è davvero dannoso e può essere molto pericoloso per una pelle che non viene protetta. Non rischiate insolazioni con febbre durante la notte o scottature dolorose.

Ve lo dico subito per me è assurdo utilizzare meno di una protezione 50. Forse vi concedo la protezione 30 solo sul corpo (in viso sempre e solo 50 anche d’inverno) fino a metà giugno. Spalmatevi più volte al giorno ovunque!

Per la sera fondamentale un buon dopo sole, magari all’aloe, o una crema nutriente e lenitiva.
Una nota particolare fa fatta su detergenti, saponi e shampoo per lavarsi a fine giornata.

Per impattare il meno possibile sul mare, scegliete prodotti ecologici e vegetali e soprattutto biodegradabili.
È molto comune usare il sapone marino, che trovate nei negozi specializzati per prodotti da barca. (lo trovate anche al Decathlon). Il sapone marino impedisce al sale di attaccarsi alla pelle e rispetta l’ecosistema marino.

Io l’ho provato e personalmente non mi piace. Lo evito a favore di altri prodotti assolutamente eco-friendly e biodegradabili che utilizzo ormai per scelta quotidiana, nei confronti del nostro pianeta, a casa e non solo in viaggio o in barca a vela.

Ce ne sono di moltissime marche e tipi.

#smallthingstravelling - Set coordinato per il viaggio
#smallthingstravelling - Set coordinato per il viaggio

LA DOCCIA IN BARCA A VELA

In barca l’acqua è il bene più prezioso e non va sprecata.
Le barche sono dotate di bagni con doccia ma l’ideale è farsi un bel “bagno marino” prima del tramonto.

Vi spiego come ci si lava in barca.

  1. Ci si tuffa o si entra in mare per bagnarsi.
  2. Si risale a bordo e ci si insapona con un detergente biodegradabile.
  3. Ci si rituffa in mare per sciacquarsi il grosso sia dal corpo che dai capelli.
  4. Si risale e ci si risciacqua con il doccino di acqua dolce a poppa. In genere si considerano 15/20 secondi a testa di acqua dolce. Sciacquatevi sempre prima il viso.
  5. Avvitatevi nel vostro telo per asciugarvi.

Tips : Preparate il telo a portata di mano nel pozzetto, perché se siete bagnati fradici non si entra nelle cabine delle barche 😉

La doccia è terminata. Ora potete procedere con la piega dei capelli, facendoli asciugare con gli ultimi raggi di sole della giornata e con il vento.

Doccia in barca a vela
Doccia in barca a vela

GLI ACCESSORI

Per proteggersi dal sole sono indispensabili un cappellino, una bandana e degli occhiali da sole a lente scura possibilmente polarizzanti e con cimetta di sicurezza, altrimenti il vento ve li farà volare via. Ho perso in mare almeno 10 cappellini e 2 paia di occhiali in questi anni. Per non parlare dei costumi che ho legato male alle draglie ad asciugare, volati via durante la notte.

Un altro accessorio utile è una sciarpa leggera sempre in caso di vento o per la sera.
Per ricaricare il cellulare sulla barca può essere utile l’adattatore per auto.

Non dimenticatevi lo spazzolino da denti, la biancheria intima e il pigiama.

MEDICINALI

Ogni barca deve essere dotata di una cassetta di pronto soccorso con lo stretto necessario.

Se è la prima volta e non sapete se soffrite il mare portate con voi dei farmaci per il mal di mare: dalle pastiglie ai cerotti fino ai braccialetti, fatevi consigliare da un buon farmacista. Io uso gli oli essenziali naturali.

Portate inoltre le solite medicine che dovete prendere quotidianamente.

#smallthingstravelling - @martina_italiandesign
#smallthingstravelling - @martina_italiandesign
#smallthingstravelling - @martina_italiandesign
#smallthingstravelling - @martina_italiandesign

FACCIAMO LA VALIGIA INSIEME

Se è la prima volta e non sapete bene cosa portare con voi e mettere in valigia per una vacanza in barca a vela, ho preparato una lista a seguire che potete usare come check-list per non dimenticare nulla. Diciamo che questa è una valigia tipo per una vacanza in barca di una settimana al caldo.

Predi il tuo borsone/bagaglio morbido e i set organizer da viaggio e inizia a dividere e riempire.

  • biancheria intima (ricordati i calzini per camminare all’interno)
  • pigiama
  • costumi (io ne porto sempre anche uno intero da indossare dopo la doccia, verso sera quando cala il sole)
  • 3 magliette 3 paia di pantaloncini corti (donne se volete un vestitino😉 )
  • 1 paio di pantaloni lunghi e 1 maglia a maniche lunghe
  • 1 felpa con il cappuccio
  • 1 giacca a vento leggera con il cappuccio (tipo K-way)
  • 1 telo in microfriba da usare per il bagno in mare (acqua salata)
  • 1 telo in microfriba da usare per la doccia (acqua dolce)
  • 1 paio di infradito con cui scenderete a terra (e da utilizzare per fare la doccia nei bagni di eventuali Marine/Porti)
  • 1 paio di scarpe chiuse da ginnastica con la suola bianca e lavata (se volete partecipare a manovre tipo ormeggio e disormeggio)
  • 1 paio di scarpette in gomma antiscivolo per scogli o per scendere a terra via mare (le potete indossare per nuotare e poi anche per esplorare le spiagge e gli scogli senza problemi)
  • Creme solari ad alto spettro solare (no oli e no spray-evitateli in barca e per il bene del mare)
  • Crema dopo sole
  • Beauty con tutto il vostro necessario

TIPS: Io utilizzo i contenitori da 100 ml. Viaggiando in aereo e spesso solo con il bagaglio a mano, non posso fare diversamente. Potete imbarcare con voi fino a 1 lt di contenuti in liquidi/creme. Io ho dei comodissimi contenitori tutti di colori diversi da 100 ml. In una settimana ne userete al massimo la metà. Provare per credere.

Adesso passate ai “Must Have” e aggiungete le ultime cose che in realtà sono quelle per la sopravvivenza in barca.
Mi raccomando non dimenticate quanto segue al prossimo paragrafo!

La valigia perfetta
La valigia perfetta

I MUST HAVE IN BARCA A VELA

  • LA CANOTTIERA IN MICROFRIBA SALVA VITA

Intendo la normalissima canotta intima un indumento che salva la vita, con il freddo e con il caldo, di giorno e di notte. La cosa più comune che possa accadere è di prendere un colpo di vento allo stomaco o alla schiena. Soprattutto d’estate quando fa molto caldo, ma appena cala il sole, arriva la sensazione di fresco. Diciamo che a me ha salvato in più di un occasione.

  • Cappellino, bandana, sciarpa
  • Occhiali da sole
  • Creme solari ad alto spettro anche per i vostri capelli!!! (lo so che l’ho già scritto nel paragrafo precedente ma sono così importanti che ve le voglio ricordare due volte – io vi dico che in barca ci vuole la protezione 50)
  • Stick solare per labbra (protezione 50 – il sole così forte fa venire facilmente l’herpes da sole)
  • Kit delle vostre medicine indispensabili + farmaci per il mal di mare
  • Libro
  • Musica e Cuffiette
  • Macchina fotografica con il suo carica batteria
  • Caricabatterie del telefono e spinotto da accendisigari (carica batteria 12 volt, quello che si usa in macchina)
  • Maschera e boccaglio o occhialini
  • Bustine impermeabili per telefoni e attrezzature tecnologiche varie
  • Power bank se siete dei super tecnologici
  • Carta d’identità o passaporto, tessera sanitaria

TIPS DELL’ESPERIENZA

  • Una piccola borsa a tracolla o uno zainetto o meglio ancora un marsupio, per trasportare a terra quello che vi servirà quando andrete in esplorazione con il tender per scendere a terra o in spiaggia. Possibilmente impermeabile.
  • Salviette igieniche tipo quelle per bambini. Sono indispensabili in bagno a bordo. Per capirci la barca a vela non ha il bidet. Attenzione che non vi venga in mente di buttarle nel wc.

Nel wc della barca solo i nostri rifiuti organici nessun, e dico nessun pezzo di carta o salvietta. Si buttano nel sacchetto sotto il lavabo del wc che rimane chiuso e che verrà cambiato ogni volta che ve ne sarà bisogno.

  • Sacchetti di plastica biodegradabili molto piccoli (io compro al supermercato quelli che si usano per i cani)

Sono molto utili sempre in bagno (soprattutto per noi donne nei periodi di ciclo) e permettono di buttare via piccola immondizia. Si portano dentro una piccola bustina quindi occupano pochissimo spazio.

#smallthingstravelling - @martina_italiandesign - Accessori per il viaggio
#smallthingstravelling - @martina_italiandesign - Accessori per il viaggio
#smallthingstravelling - Bustina Porta Documenti
#smallthingstravelling - Bustina Porta Documenti

IN AUTUNNO O IN INVERNO

Ovviamente l’abbigliamento non può essere lo stesso.
Per una veleggiata d’autunno bisogna munirsi di un abbigliamento termico, sempre a strati, di un softshell e di una giacca da vela con cerata antivento. Calzettoni e scaldacollo. Per le scarpe vale sempre la regola della suola bianca.

COSA NON PORTARE IN BARCA A VELA

Cercate di evitare le valigie rigide e con le rotelle, no ai trolley.
Evitate le scarpe con il tacco. Nessuno skipper vi farà indossare dei tacchi in barca, rovinerebbero la coperta.
Evitate in generale, scarpe e vestiti eleganti, gioielli e oggetti preziosi: non vi serviranno.
Evitate di portare il phon per i capelli o la piastra per i capelli. E vi prego evitate il discorso sul “i miei capelli hanno bisogno del balsamo tutte le sere”. Ragazze qui mi rivolgo a voi. Portate con voi dei buoni prodotti per la routine e l’igiene personale, ma che siano davvero due cose davvero utili.

I vostri capelli avranno bisogno di una protezione solare, quello si e anche di un cappellino per proteggersi dal sole. Ma il balsamo in mare no. Quando tornerete a casa vi farete un bel trattamento.

Vi ricordo che ogni sera, a bordo, dopo la doccia, avrete niente popò di meno che, uno dei più famosi parrucchieri di tutto il Mediterraneo, gratis. La piega ve la fa il Signor Maestrale!!!

Buone vacanze e Buon vento Crew ⛵

Buon Vento!!!
Buon Vento!!!
Tramonto in Barca a Vela
Tramonto in Barca a Vela

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*