LALARIA BEACH

Nessun dubbio anzi certezza. Quale è la spiaggia più bella di Skiathos? Lalaria beach.

Lalaria beach è una spiaggia che non dovete assolutamente perdervi. Si tratta di una spiaggia situata a nord dell’isola di Skiathos, unica nel suo genere, in quanto composta interamente di piccoli ciottoli di marmo bianchi, incastonata tra le alte pareti rocciose che scendono a picco nel mare e  raggiungibile solo via mare.

È una spiaggia incontaminata, priva di servizi e l’acqua ha dei colori spettacolari.

La caratteristica di Lalaria è la presenza di una gigantesca roccia bianca che presenta nel mezzo una sorta di passaggio in forma di arco che emerge dalle acque turchesi di questo mare. Questa apertura è stata scolpita negli anni dalla forza del mare e dal vento, che hanno così creato una vera e propria porta di ingresso alla bella spiaggia.

L’isola di Skiathos offre la possibilità di fare molte escursioni in barca nelle vicine isole e soprattutto nelle due spiagge situate a nord. Lalaria beach e Kastro beach. Per arrivare a Lalaria Beach potete salire su una delle tante barche che partono dal porto vecchio di Skiathos (old Port) e che propongono varie escursioni giornaliere “boats trip” più o meno lunghe toccando vari punti di Skiathos o degli isolotti circostanti.

Oppure potete fare quello che abbiamo fatto noi. Affittare una barca a vela per una intera giornata o anche per più giorni consecutivi potendo scegliere un itinerario un po’ meno turistico e un po’ più personalizzato.

Non c’è modo migliore di vedere la Grecia che dal mare, con le sue coste selvagge e l’incredibile mare azzurro.

Così verso le dieci di mattina, dal porto vecchio della citta, saliamo a bordo di Rainbow una super barca a vela che dividiamo con altre 10 persone. Rainbow è un lussuoso yacht a vela di 55 piedi, attrezzato con un’ ampia zona cuscineria, una bella amaca doppia e ampio prendisole in teak. Un pozzetto ombreggiato e un tavolo abbastanza grande da permettere a tutti di pranzare all’aperto o di sfuggire al sole di mezzogiorno.

Ad accoglierci Angelo, il capitano greco locale, e Ruth, la sua intraprendente compagna inglese, che si è presa cura di noi tutto il giorno.

Il nostro itinerario prevede il giro delle isole di Tsougria, Arkos, situate proprio davanti a Skiathos town, l’incantevole Skopelos immortalata dal film Mama Mia, la grotta segreta di Dasia, con i suoi coralli rossi, le conchiglie e le stelle di mare, un paradiso  per chi ama lo snorkeling; poi la spiaggia di Lalaria dominata da un imponente arco roccioso, e Loutraki, un porto di pescatori, dove un taverniere locale consegna a bordo un delizioso pranzo greco.

Acque calde e cristalline vi invitano a tuffarvi dallo yacht e raggiungere a nuoto le spiagge baciate dal sole, avendo tutto il tempo necessario per fare snorkeling lontano dalla confusione delle spiagge più affollate. È questo il vero lusso di una vacanza in barca a vela.

Durante la giornata oltre a consumare il pranzo a bordo potrete mangiare frutta fresca, fare uno spuntino con un dolce diverso preparato tutti i giorni da Ruth e bere acqua e bibite in qualunque momento della giornata.

Nel nostro itinerario c’è Lalaria ma anche le baie e le coste nascoste di Skopelos, un’altra isola delle sporadi vicina a Skiathos, più tranquilla e rilassata. È un itinerario diverso rispetto a quello proposto dalle altre barche / traghetti.

Skiathos è un’isola molto ventosa e siccome a nord di Skiathos soffia spesso il vento Meltemi, che potrebbe rendere il mare un po’ agitato, se volete proprio andare a Lalaria con le barche turistiche e non con una barca a vela controllate le previsioni del vento per il giorno in cui vorrete partire e pianificate questo tipo di escursione con un giorno di anticipo, non troppi giorni prima, in quanto le previsioni potrebbero comunque variare nel lungo termine.  Questo perché spesso succede che con le escursioni con grosse barche che vanno a motore spesso capita che l’itinerario venga cambiato all’ultimo momento per il vento troppo forte e per l’impossibilità di raggiungere Lalaria in sicurezza con quel tipo di imbarcazioni.

In barca a vela non esisterà ovviamente questo tipo di problema, per questo motivo è facile vedere barche a vela ormeggiate nelle baie vicino a Lalaria

La maggior parte dei tour per Lalaria Beach fanno due viaggi al giorno, uno al mattino e uno al pomeriggio (di cui 40 minuti sono di viaggio all’andata e altrettanti al ritorno). Se siete in piena estate i tour del pomeriggio in genere sono meno affollati, ma ricordatevi che dopo le 17.30 circa Lalaria Beach finisce completamente all’ombra della collina antistante, potreste così non godere a pieno dei colori dell’acqua e della spiaggia.

L’ ANTICO KASTRO

Continuiamo la scoperta di questa meravigliosa isola muovendoci in direzione nord.

La costa nord dell’isola di Skiathos è molto differente dalla costa meridionale. Qua la natura è ancora più selvaggia. I rigogliosi boschi di pini diventano ancora più fitti e per andare alla scoperta di questa parte di isola spesso è necessario attraversare boschi e pineti su sterrati o strade dissestate. Per questo motivi vi consiglio di noleggiare una piccola jeep come abbiamo fatto noi.

Personalmente, e qui si tratta di gusti personali ho trovato sensazionale la bellezza e la natura del nord.

La parte nord è la parte più esposta al vento per cui le raffiche di vento che colpiscono il mare creano una mescolanza di colori ancora più intensi. A bordo del nostro Suzukino rosso partiamo da Agia Paraskevi per andare alla scoperta del Kastro.

La strada per arrivarci non è semplice, tra curve, sterrati e altre auto che scendono in senso contrario. Il percorso è abbastanza lungo, noi ci abbiamo impiegato circa un’ora attraversando l’isola da sud verso nord e attraversando dei boschi, dove ad un certo punto avrete la sensazione di esservi persi. Cercate di guardare bene i pochi cartelli stradali che indicano la strada. Il percorso è molto bello, vi immergerete nella natura, ma non sottovalutatelo. Innanzitutto non partite con la macchina in riserva e portatevi dell’acqua e magari qualcosa da mangiare.

Con la macchina o con il quad riuscirete ad arrivare alla fine di una strada strettissima lastricata di ciotoli e con un paio di tornanti a picco sul mare. La strada termina in un parcheggio dove un sentiero scende alla sottostante spiaggia, appunto Kastro beach, e dall’altra parte inizia il sentiero tortuoso che porta all’interno delle mura del Kastro.

Situato sulla punta estrema a nord di Skiathos, il Kastro è quanto rimane dell’antica cittadella medioevale di Skiathos. Troverete i vecchi resti della fortificazione con all’interno mura di case e di botteghe, una chiesa dedicata alla Natività di Cristo, gli asini, e i conigli che saltellano in mezzo alla profumatissima macchia mediterranea in cui è sommerso il Kastro.

L’immancabile bandiera greca che, dall’estremità del promontorio, si staglia sul blu accecante di cielo e mare riporta alla memoria scenari da Mediterraneo.

È su questo promontorio che si unisce storia, cultura e natura di questa isola. Bellissima sensazione all’arrivo. È un posto quasi dimenticato nel tempo. Se venite su quest’isola vale assolutamente la pena di arrivare fin qui.

La vista del mare è entusiasmante. Il panorama ripaga il percorso fatto per arrivare.

In alternativa al percorso via terra il Kastro è raggiungibile via mare con diversi traghetti da escursioni che fanno sosta alla spiaggia sottostante e poi dalla spiaggia potrete salire alla fortezza.

Indipendentemente dalla scelta di percorso via terra o via mare, dimenticatevi di indossare gli infradito o i sandali ma portate un comodo paio di scarpe da ginnastica per poter camminare anche nei sentieri più sconnessi.

 

2 Replies to “LALARIA BEACH E IL KASTRO : ALLA SCOPERTA DEL NORD DI SKIATHOS”

  1. Moreno says: Luglio 9, 2019 at 9:19 am

    Ciao! Grazie per il bellissimo post! Posso chiederti se avete fatto il tour in barca e kastro nella stessa giornata o in due giorni diversi? Quanto è durato il tour in barca? Geazie in anticipo!

    1. admin says: Luglio 10, 2019 at 8:26 pm

      Ciao Moreno, grazie a te. Il tour in barca a vela che ho fatto io è durato tutto il giorno dalla mattina alla sera. Ho dedicato poi un’altra intera giornata all’escursione al Kastro via terra in auto. Avevo noleggiato una piccola jeep con cui siamo arrivati sino la. Credo che per poter assaporare meglio la visione dei due luoghi sia meglio farle in due giornate separate. E’vero che non sono molto lontane una dall’altra ma Lalaria va ammirata dal mare, mentre il Kastro è bellissimo fatto via terra. Se posso aiutarti e hai bisogno di altre info scrivimi. Ciao. Buonaserata. Sara.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*